© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Usa: Obesità Infantile In Calo

Usa: Obesità Infantile In Calo

Buone notizie oltreoceano: l’obesità infantile è in forte calo per sommo gaudio della first lady Michelle Obama che tanto si è profusa in campagne di sensibilizzazione.
La notizia è contenuta in uno studio condotto da Cynthia Ogden (ricercatrice al Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta) e pubblicato dal Journal of the American Medical Association.

Secondo la ricerca, il tasso di obesità tra i bambini americani in età pre-scolare è crollato del 43 % negli ultimi dieci anni. Solo l’8 % dei piccoli da due a cinque anni erano obesi nel 2011-12, rispetto al 14 % nel 2003-04.

Lo studio in questione, ha esaminato l’ indice di massa corporea dei bambini tra il 1999 e il 2008, il decennio in cui l’obesità infantile è stata additata come il preminente problema di salute pubblica degli Stati Uniti.

I risultati restituiti hanno evidenziato che i tassi di obesità infantile erano crollati in alcuni stati (come New York, Mississippi e Pennsylvania) nel corso degli ultimi anni. Più di recente il CDC (Centers for disesase control) ha documentato un calo del tasso di obesità tra i bambini appartenenti a famiglie a basso reddito.

I governi federali, statali e locali, hanno tentato di combattere l’obesità con l’introduzione di una politica basata su menù specifici, campagne pubblicitarie e di sensibilizzazione, divieti ed etichette di avvertimento sui prodotti.
Ci sono alcuni principali problemi o equivoci sull’obesità. In prima istanza, si pensa che l’obesità sia causata in larga misura dall’ambiente in cui i bambini vivono. Questa ipotesi è contraddetta dalle prove che attestano che il contributo ambientale per lo sviluppo del problema è comunque ridotto.

Infine, vi è la quasi totale mancanza di prove di alta qualità tese a dimostrare che cosa provochi esattamente l’obesità infantile.

Su un punto gli esperti sono d’accordo e cioè che uno stile di vita sano, basato sulla riduzione di cibi spazzatura (di cui i ragazzi vanno matti) e sull’attività fisica, contribuisca in larga misura a combattere e ridurre il problema.

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *