© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Purtroppo, Né La Vitamina D Né Il Calcio Aiutano A Prevenire Il Cancro Al Colon

Purtroppo, Né La Vitamina D Né Il Calcio Aiutano A Prevenire Il Cancro Al Colon

Secondo un nuovo studio, la nozione che vitamina D e calcio sono utili per prevenire il cancro del colon è errata.
Sebbene queste sostanze siano molto utili per la salute, purtroppo non hanno effetti sulla prevenzione del cancro al colon.

Negli ultimi anni sono stati pubblicati alcuni studi che affermavano che il calcio e la vitamina D diminuivano il rischio di polipi nel colon-retto.
Ad ogni modo, tale notizia si è dimostrata falsa, secondo quanto pubblicato sul New England Journal of Medicine dai ricercatori della University of North Carolina.

Il capo della ricerca John Baron è rimasto doppiamente sorpreso dai risultati in quanto era stato l’autore di uno degli studi che sostenevano l’efficacia di vitamina D e calcio nella prevenzione del cancro al colon.

“Il dato sul calcio ci ha particolarmente sorpreso” ha affermato Baron. “E’ nostra intenzione esaminare questo studio in comparazione con il precedente per capire la differenza nei risultati.”

Per la nuova ricerca sono stati esaminati 2.259 volontari di età tra i 45 e i 75 anni, che avevano subìto un intervento di rimozione di adenoma colo-rettale negli ultimi 120 giorni, e senza evidenze di recidive nei successivi controlli.

I pazienti sono stati suddivisi in 4 gruppi, a seconda del regime dietetico. Il primo gruppo assumeva 1.000 UI di vitamina D3; il secondo gruppo assumeva 1.200 mg di carbonato di calcio; il terzo gruppo ha preso entrambe le dosi; all’ultimo gruppo è stato invece somministrato un placebo.

Dopo 3 – 5 anni i pazienti sono stati sottoposti ad una colonscopia di controllo. Su circa il 43% dei pazienti è stato riscontrato uno o più adenomi. In nessun caso il regime dietetico prescritto sembra aver aumentato la probabilità di sviluppare un nuovo tumore.

“Su queste basi possiamo affermare che la dose di 1.000 UI di vitamina D, comunemente usata oggi, non ha alcuna influenza sulla formazione di cancro al colon-retto” ha detto Baron. “Riguardo al calcio, la situazione è più complessa visti i precedenti risultati.”

Il team di scienziati non può affermare con sicurezza che ci sarebbero stati risultati diversi se si fossero aumentate le dosi di vitamina D o calcio, o se lo studio fosse stato protratto per maggior tempo.

“Abbiamo iniziato a progettare questo studio 15 anni fa, e a quel tempo si era preoccupati per il dosaggio stabilito” ha affermato. “Oggi 1.000 UI di vitamina D è considerato un dosaggio moderato.”

La ricerca è stata organizzata molto bene ed ha avuto un alto tasso di adesione tra i partecipanti.

“Questo studio è stato condotto al meglio, da ricercatori esperti , ed era progettato appositamente per capire se la vitamina D o il calcio potessero essere di aiuto nella prevenzione del cancro al colon.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *