© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » LA TERAPIA DEL SORRISO: LA CURA PIU’ PIACEVOLE

LA TERAPIA DEL SORRISO: LA CURA PIU’ PIACEVOLE

Sandra Ianculescu – Il divertimento è un sentimento piacevole per tutti ed è anche un metodo di prevenzione e trattamento delle malattie. Ridere e sorridere sono un buon modo per rilassarsi e anche per eliminare le tensioni interne.

Si stima che un bambino rida 40 volte al giorno in media, mentre un adulto sorride molto meno. Sembra che lo stress quotidiano, le preoccupazioni, il lavoro e una vasta gamma di questioni che s’installano lentamente nella vita di una persona si riflettono nello stato di ottimismo e di gioia dell’adulto. Egli diventa più serio, sobrio o addirittura potrebbe cominciare a soffrire di depressione.

Purtroppo, la mancanza sempre in crescita del sorriso nella vita si riflette sulla salute, perché è stato dimostrato che sorridere protegge da alcune malattie ed elimina efficacemente lo stress, rallentando il processo di invecchiamento.

Il sorriso contribuisce significativamente alla riduzione dello stress, riducendo la pressione sanguigna, aumentando la resistenza al dolore (dopo un intervento chirurgico, emicranie, artrite, dolori mestruali), i livelli di endorfine (“ormone della felicità”) e di cellule immunitarie. Il sorriso favorisce l’ossigenazione del corpo, stimola le contrazioni del diaframma, favorendo l’eliminazione dei residui respiratori, partecipa effettivamente nella lotta contro lo stress, aumenta la capacità respiratoria (e quindi l’apporto di ossigeno), riduce la tensione muscolare e la pressione. Per quanto riguarda i benefici per il sistema cardiovascolare, una risata di 20 secondi equivale a 3 minuti di camminata veloce.

Com’è comparsa la terapia del sorriso

Il “padre” di questa terapia è stato Norman Cousins, che, nel 1964, con il pensiero positivo e l’umorismo è riuscito a curare un paziente da una malattia articolare che provocava forti dolori, malattia che a quel tempo non era curabile. Così, lui divertiva il paziente facendogli guardare commedie e somministrandogli Vitamina C. Norman notò che 30 minuti di sorriso provocavano al paziente una pausa di due ore senza dolore. Proseguendo su questa premessa, per un paio di mesi il paziente ha ricevuto un trattamento di grasse risate. I risultati sono stati sorprendenti, la malattia scomparve.

L’idea di questa terapia è stata adottata più tardi, all’inizio degli anni ’80, dal medico Patch Adams, che trattava i suoi pazienti vestito da pagliaccio, divertendoli ogni giorno.

In India, nel 1995 è stato creato il primo “club del ridere” dal dottor Madan Kataria, e l’idea ebbe un enorme successo internazionale. Tanto che attualmente ci sono oltre 1000 società di questo tipo in tutto il mondo.
Inoltre, oggi ci sono ospedali che forniscono una particolare attenzione psicologica ai pazienti, offrendo stanze per ridere (con commedie, animazioni con clown, giochi divertenti, scherzi, ecc.) o camere dedicate alla musica (musicoterapia) o stanze in cui vengono trattati i pazienti con i colori, dove possono anche dipingere. E’ stato dimostrato che la quota di guarigione dei pazienti in questi ospedali è molto superiore alle strutture mediche normali.

Come funziona la terapia del sorriso?

Non esiste un metodo standard per questa terapia, quindi i centri in cui si pratica questa terapia adottano metodi diversi. Le terapie sono di solito in gruppi e si svolgono soprattutto al mattino, così da prospettarsi d’avere una giornata meravigliosa.
Sono molte le soluzioni per ridere, una risata può essere causata da battute, commedie, vari giochi divertenti ecc.

Ci sono controindicazioni per la terapia del sorriso?

Purtroppo ci sono possibili controindicazioni (anche se si verificano solo raramente), per questo, prima di iniziare la terapia dovresti consultare il medico di famiglia. Possono insorgere condizioni come: ptosi, glaucoma, ernia addominale, ipertensione, emorroidi, alcune malattie cardiovascolari ecc. Tutto dipende dalle condizioni fisiche nelle quali ci si trova.

Ad ogni modo ridi e cerca di sorridere sempre, tutte le volte che puoi, anche senza motivo. L’umorismo è la soluzione a tutti i problemi della vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *