© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Salute » Cancro Al Colon: Gli Adolescenti Che Mangiano Pollo Rischiano Meno

Cancro Al Colon: Gli Adolescenti Che Mangiano Pollo Rischiano Meno

A parlare è una recente ricerca, come riportato su FoxNews.com, in base alla quale “gli adolescenti che consumano carne di pollo, hanno meno probabilità di sviluppare, in futuro, il cancro al colon”.

I ricercatori che hanno eseguito lo studio (pubblicato il 19 giugno sull’American Journal of Epidemiology) non hanno riscontrato una relazione diretta tra l’assunzione di carne rossa e lo sviluppo di adenomi, ma i risultati hanno sicuramente dimostrato che la sostituzione di una porzione di carne rossa con una fettina di pollo o una porzione di pesce può ridurre il rischio di adenomi rettali di circa il 40 %.

Una percentuale molto significativa se si considera che il cancro al colon-retto è uno dei più diffusi e senza dubbio condizionati dall’alimentazione.

Lo studio, in particolare, ha analizzato quasi 20.000 donne che, durante la loro adolescenza hanno mangiato una maggiore quantità di pollo riscontrando che queste hanno sviluppato una minore percentuale di adenomi al colon-retto.

IL CANCRO DEL COLON

Prima di addentrarci nella ricerca, è importante capire che cos’è il cancro al colon e quali sono i fattori di rischio di questa malattia.

Precedenti ricerche hanno scoperto che una dieta ricca di carne rossa e trasformati può aumentare i rischi di sviluppare questo tipo di cancro. Tra gli altri fattori di rischio, inoltre, rientra il consumo di alcol, la mancanza di esercizio fisico, il diabete ed una dieta ricca di grassi.

“La carcinogenesi colorettale è un processo lungo che può durare diversi decenni, e le fasi iniziali della malattia possono verificarsi in giovane età”, hanno evidenziato i ricercatori nello studio.

LO STUDIO

Come detto, lo studio è stato condotto su un campione di 19.771 donne di età compresa tra i 34 ed i 51 anni. Alle pazienti è stato somministrato un corposo questionario tendente a verificare il tipo di alimentazione da loro seguita durante il periodo delle scuole superiori. Quasi tutte hanno dichiarato di aver consumato maggiormente carne di pollo.

Dalla ricerca è emerso che solo a 1.494 delle donne sono stati diagnosticati adenomi colorettali di cui 305 in fase avanzata.

Gli autori della ricerca hanno prontamente sgomberato il campo da equivoci dicendo che “i risultati non suggeriscono un’associazione affatto un’ associazione tra l’ assunzione di carne rossa durante l’adolescenza e lo sviluppo di adenomi colorettali ma che una maggiore assunzione di pollame durante l’adolescenza ha comportato un minor rischio di adenomi colorettali”.

Al contrario, sottolineano gli esperti, “mangiare più pollame e pesce in età adulta non sembra incidere molto sul rischio di sviluppare il cancro”.

Come con altri studi, anche questa ricerca, al momento, non è in grado di poggiare su basi scientifiche ed attendibili al 100%. I risultati riportati, infatti, non possono mostrare un rapporto di causa-effetto ma solo collegamenti meritevoli di approfondimenti e studi più dettagliati.

01 luglio 2013

Autore | Marirosa Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *