© Tutti i diritti riservati e della Proprietà di salute-e-benessere.org

Prima pagina ♥ » Salute » Test: Quanto Ne Sapete Di Spazzolini Da Denti?

Test: Quanto Ne Sapete Di Spazzolini Da Denti?

Fate questo quiz per scoprire quante cose conoscete del vostro spazzolino da denti.

1. Il modo migliore per conservare il vostro spazzolino da denti è:

a) Sdraiato sulla schiena
b) Con le setole in su
c) Con le setole verso il basso
d) Non importa, fintanto che si mantengono le setole coperte

Risposta esatta: b) Con le setole in su.

Questo è il modo migliore per consentire allo spazzolino di asciugare fino al suo successivo utilizzo, facendo così scendere i batteri verso il basso. In realtà, mantenere la testina dello spazzolino coperta, o tenere lo spazzolino da denti in un contenitore chiuso, come si fa di solito in viaggio è generalmente sconsigliato per il lungo termine, in quanto consente ai microrganismi di moltiplicarsi, lo spiegano gli esperti della American Dental Association. In teoria, riporre uno spazzolino da denti sulla schiena o addirittura con le sue setole rivolte verso il basso potrebbe non essere sbagliato, ma le probabilità che venga contaminato toccando la superficie è molto alta.

2. È necessario sostituire lo spazzolino da denti:

a) Ogni mese
b) Quando le setole risultano sfilacciate
c) Ogni tre mesi
d) Ogni sei mesi

Risposta esatta: c) Ogni tre mesi, secondo la Canadian Dental Association.

P U B B L I C I T A'

Non aspettate fino a che le setole del vostro spazzolino da denti risultino consumate o divaricate fra loro: questo indica che il vostro spazzolino da denti è passato ben oltre il momento della sostituzione. Se le setole sono sfilacciate e usurate, sono meno efficaci per pulire i denti.

3. Molto che lo spazzolino moderno venisse inventato, i nostri antenati pulivano i loro denti con questo strumento:

a) Un ramoscello con la punta sfilacciata
b) Un bastone sottile di metallo curvato
c) Una spazzola per capelli, che si usava sia per i denti che per i capelli
d) Non si pulivano i denti

Risposta esatta: a) Un ramoscello con la punta sfilacciata.

È stato impiegato per l’igiene orale almeno dal 3000 aC, secondo la Library of Congress. Chiamato anche “bastone da masticare“, questo ramoscello veniva strofinato contro i denti per pulirli, ed è ancora usato in alcune parti del mondo. Gli appassionati di cinema possono ricordare l’infelice protagonista di Shakespeare in Love (Gwyneth Paltrow) con il proprio bastoncino.

4. I bambini piccoli dovrebbero iniziare lavarsi i denti quando:

a) Compiono due anni e/o quando tutti i denti sono spuntati
b) Non appena gli spunta il primo dente
c) Hanno un anno di età e/o quando spunta qualche dente
d) Prima che spuntino i denti

Risposta esatta: d) Prima che spuntino i denti.

Gli operatori sanitari promuovono sempre la prevenzione, quindi è sorprendente sapere che i dentisti tendono ad incoraggiare una buona igiene orale quasi dalla nascita. Utilizzate uno spazzolino da denti da bambino o un panno morbido: i genitori e gli operatori sanitari possono pulire le gengive dei neonati ed introdurre l’uso di dentifricio a 6 mesi di età. “Prima di dormire è il momento più importante: è necessario rimuovere i germi nocivi dai denti e dalle gengive, indipendentemente dall’età” spiega il Dott. Fred Ferguson nella sua Guida per l’igiene orale del bambino.

5. Lo spazzolino a setole è stato inventato in:

a) Marocco
b) Cina
c) America Centrale
d) Australia

Risposta esatta: b) la Cina.

Insieme alla carta, agli aquiloni e ai fuochi d’artificio, i cinesi ci stupiscono ancora una volta con l’invenzione dello spazzolino a setole, nel 1498. Il manico dello spazzolino veniva modellato sia in osso che in bambù e le sue setole venivano prelevate dal collo di un cinghiale o di un maiale. Gli spazzolini da denti con setole di cinghiale sono rimasti pressoché la norma fino a quando le setole di nylon sono state inventate e prodotte in serie nel 1938.

6. I primi ad adottare lo spazzolino, in America, dopo la seconda guerra mondiale sono stati:

a) Gli adolescenti
b) Gli infermieri
c) Gli immigrati europei
d) I soldati

Risposta esatta: d) I soldati.

Difficile da credere, ma la pratica di lavarsi i denti non aveva mai veramente preso piede in America fino a quando i soldati hanno portato a casa dalla Seconda Guerra Mondiale l’abitudine (forzata) di lavarsi i denti.

7. Il consiglio di lavarsi i denti dopo ogni pasto è:

a) Obsoleto. Con i migliori dentifrici e fili interdentali sul mercato, è sufficiente spazzolare due volte al giorno per evitare la carie.
b) Quello che prescrive lo standard della Canadian Dental Association.
c) Valido solo se si sta utilizzando uno spazzolino manuale.
d) Un buon consiglio, ma orientato più verso il bianco dei denti, quindi meno utile per prevenire la carie

Risposta esatta: b) Quello che prescrive lo standard della Canadian Dental Association.

La raccomandazione è quella di lavarsi i denti dopo ogni pasto o, come minimo, prima di coricarsi. La ragione non riguarda solo l’alito fresco o il sorriso più bianco, ma serve ad eliminare i batteri nocivi post-pasto. “L’attacco dei batteri sui denti inizia pochi minuti dopo aver mangiato“, avverte la CDA.

E per quanto riguarda eventuali prodotti che servono ad eliminare totalmente la necessità di spazzolare, il nostro consiglio è: non esistono ancora, quindi non smettete di utilizzare lo spazzolino da denti.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *