© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Salute e Benessere è uno spazio web curato dalla dott.ssa Viola Dante, che pubblica notizie ed approfondimenti su tutto quello che riguarda la salute ed il benessere psicofisico di uomo, donna e bambino. Hai bisogno d'aiuto?  Contattami : viola.dante@email.it o, se la pagina lo prevede, lascia un commento. Ti aiuterò personalmente il prima possibile – Dott.ssa Viola Dante =)
Breve messaggio di benvenuto (clicca qui).
Prima pagina ♥ » Salute » Igiene Orale: 5 Sintomi Che Non Si Dovrebbero Mai Ignorare

Igiene Orale: 5 Sintomi Che Non Si Dovrebbero Mai Ignorare

Anche se siete soliti seguire regolari check-up, le cose possono peggiorare repentinamente quando si tratta di denti e gengive. Sapere con precisione quando contattare il vostro dentista per alcuni sintomi importanti, può salvarvi da parecchie complicazioni. Grazie alle visite periodiche dal dentista, si dovrebbe essere in grado di prevenire eventuali problemi che potrebbero influire sulla salute orale, ma questo non significa che non bisogna essere consapevoli di alcuni sintomi che giustificano un appuntamento col dentista, anche urgente.

Non è così difficile guardarsi in bocca durante la pulizia dei denti per vedere se c’è qualcosa che prima non c’era” ci spiega il Dott. Edmund Peters, professore della scuola di odontoiatria presso l’Università di Alberta. Basta tenere a mente che appena certi segni cominciano a presentarsi, il problema è probabilmente in stato avanzato, quindi non esitate a telefonare al vostro dentista.

Ecco la lista, secondo il Dr. Peters, dei sintomi dentali che non si dovrebbero mai ignorare.

Sintomo nr. 1 – Attenzione alle gengive

La malattia gengivale include gengivite (cioè infiammazione delle gengive) e parodontite (una patologia più avanzata che, se non trattata, potrebbe portare alla perdita dei denti) ed è causata dalla placca, ovvero la quasi invisibile pellicola adesiva contenente batteri, che si può formare su un dente pulito nel giro di 24 ore. Con il tempo, questa placca può indurirsi e trasformarsi in tartaro. Il tartaro può accumularsi sotto la linea delle gengive, causando ancora più infiammazione.

Contattate tempestivamente il vostro dentista se si verificano questi sintomi:

1. cambiamenti di colore, per esempio da un normale colore rosa al rosso o rosso-bluastro;
2. avete le gengive gonfie, con una sensazione spugnosa al tatto;
3. le gengive tendono a ritirarsi, rendendo i denti più scoperti e talvolta è possibile vedere alcune delle radici;
4. rilevate pus, cattivo odore o nuovi spazi che si formano tra i denti.

Sintomo nr. 2 – Macchie bianche sui denti

La carie è essenzialmente una infezione nel vostro dente, che inizia con il dissolvimento dello smalto duro, in risposta all’acido prodotto dai batteri. I segnali sono macchie bianche che si formano, nelle primissime fasi. Quando inizia il decadimento, in particolare se sta accadendo tra i denti, probabilmente non ve ne accorgete, che è il motivo per cui vanno sempre eseguiti controlli regolari, compresi i raggi X, che sono altrettanto importanti. A questo punto, si potrebbe essere in grado di fermare il processo prima che si sviluppi in carie, che richiede un intervento di otturazione, quindi, se si notano macchie bianche che erano presenti in precedenza, vale la pena fare un salto dal dentista.

Sintomo nr. 3 – Una maggiore sensibilità al caldo e freddo

Una volta che il decadimento raggiunge, attraverso lo smalto, il centro del dente (che contiene i nervi e i vasi sanguigni), è probabile che inizierete ad avere sintomi evidenti, come ad esempio una nuova o una maggiore sensibilità al caldo e freddo, o ad alcuni alimenti. In questo caso, prendete un appuntamento dal dentista immediatamente, in quanto prima si tratta una carie, meglio è. La sensibilità al caldo e al freddo potrebbe anche essere un segno di problemi meno gravi, come il digrignamento dei denti, di cui potreste non esservi mai accorti, soprattutto se avviene di notte. Vale sempre la pena menzionare questa possibilità al vostro dentista.

Sintomo nr. 4 – Il dolore al dente

Un dolore persistente ad un dente, indica generalmente un problema serio. Altri sintomi correlati possono includere dente sensibile al tatto o pus che si va a formare nelle vicinanze: ricordate Tom Hanks in Cast Away? Tenete a mente che, anche se il dolore va via dopo un giorno o due, si potrebbe ancora avere un problema e dovete assolutamente parlarne al vostro dentista, perché il vostro corpo potrebbe aver combattuto l’infezione al dente, ma il problema di fondo potrebbe essere ancora in agguato, il che significa che l’infezione potrebbe tornare.

Sintomo nr. 5 – I cambiamenti di colore o di consistenza

Durante la pulizia dei denti, prendetevi del tempo per osservare le vostre guance, sopra la lingua e sotto la lingua per individuare eventuali modifiche. In sostanza, cercate tutto ciò che prima non c’era. Eventuali cambiamenti di colore, come macchie bianche o rosse, che non vanno via e sono sempre più grandi, o grumi che si sono formati in luoghi che in precedenza erano lisci, devono essere esaminati.

Quando si dovrebbe fare molta attenzione

Molti farmaci possono rendere la vostra bocca asciutta. Ciò significa che non ci sarà più la saliva, che contiene proprietà antibatteriche, per aiutare a mantenere a bada le infezioni. Quindi, se state assumendo questi farmaci, state molto attenti ad eventuali sintomi.

Inoltre, con l’avanzare dell’età, la bocca diventa meno resistente, quindi ha senso essere più attenti, soprattutto se assumete farmaci su base quotidiana. Il dentista può aiutare la vostra bocca rimanere forte, prescrivendovi gel al fluoro e risciacqui, ma anche agenti umettanti per la vostra cavità orale.

E ricordate, infine: una delle cose più sagge che potete fare è rimanere sempre in stretto contatto con il vostro dentista e/o igienista dentale, per aiutare la vostra bocca a restare sana e per risolvere eventuali problemi in una fase precoce. Prestate attenzione allo stato di salute e parlate loro di eventuali modifiche o problemi il più presto possibile.

Autore | Daniela Bortolotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!
» Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi conoscermi meglio o contattarmi in privato, puoi farlo su Facebook o seguirmi su Twitter o aggiungermi tra le cerchie di G+. Mi trovi anche su LinkedIn e Pinterest!

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Prova anche

obesità

Obesità, Dalla A Alla Z. Scopri Se Sei A Rischio e Come Intervenire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *