© Tutti i diritti riservati e proprietà della Dott.ssa Viola Dante

Prima pagina ♥ » Benessere » I Benefici Effetti Degli Oli Essenziali Sul Sistema Nervoso

I Benefici Effetti Degli Oli Essenziali Sul Sistema Nervoso

Dott.ssa Eleonora Elez – Rispetto agli altri organi sensoriali, l’olfatto presenta caratteristiche anatomiche uniche. I recettori olfattivi non sono cellule neuroepiteliali bensì veri e propri neuroni, protetti dall’ambiente esterno da uno strato di muco prodotto dalle cellule della mucosa nasale che li circonda. Usciti dalle cavità nasali, i neuroni olfattivi si riuniscono nel bulbo olfattivo, dove sono in comunicazione con particolari strutture nervose alle quali è dovuta l’attività riflessa provocata dagli stimoli odorosi. L’olfatto è l’unico dei nostri sensi direttamente collegato con le funzioni superiori: la via olfattiva non passa infatti attraverso il talamo, il centro nervoso responsabile della “purificazione” e integrazione delle percezioni sensoriali. Infine, a differenza di quelli degli altri sensi, i neuroni olfattivi non raggiungono la neocorteccia bensí un’area primordiale del nostro cervello, una zona dell’encefalo chiamata sistema limbico, nella quale hanno sede i meccanismi di controllo sulle funzioni vitali e i comportamenti istintivi.

Questa particolare conformazione anatomica rende evidente che le percezioni olfattive raggiungono il centro olfattivo assolutamente inalterate. Motivo per il quale le funzioni olfattive sono soprattutto legate a variazioni comportamentali istintive e al comportamento sessuale, e che spiega perché la percezione delle sostanze odorose stimola un profondo effetto evocativo, capace di suscitare immediatamente ricordi o immagini come nessun altro senso è in grado di fare.

La localizzazione dei recettori olfattivi in una regione poco ventilata e di piccola superficie in corrispondenza del setto nasale rende la funzione olfattiva nell’uomo molto modesta rispetto a quella degli altri animali e, inoltre, rende molto scarsa la percezione dell’intensità dello stimolo odoroso. In compenso, la nostra sensibilità alle sostanze odorose è elevata, cosí come la capacità di discriminazione della loro qualità. Inoltre, un meccanismo di origine centrale ci consente una notevole capacità di adattamento agli odori, la cui percezione è comunque legata a una variabilità dovuta al ritmo circadiano. In ogni caso, nel nostro cervello gli stimoli olfattivi provocano il rilascio di particolari sostanze con specifici effetti e proprio su questo si basa l’aromaterapia, i cui benefici sono dovuti al fatto che i principi attivi dei diversi oli essenziali sono in grado di stimolare il rilascio di alcune di queste sostanze piuttosto che di altre a seconda degli effetti che si desidera ottenere: la serotonina quando è richiesta un’azione calmante, l’adrenalina per un effetto stimolante, e l’encefalina e le endorfine che, oltre ad avere effetti altamente positivi sul tono dell’umore, sono antidolorifici naturali.

Autore | Dott.ssa Eleonora Elez

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi sono? Viola Dante

Sono una farmacista. Ho studiato presso l'Università degli Studi di Palermo. Poi è arrivata la laurea: 110/110 e Lode. Il percorso di studi è andato benissimo ed ho preso tutto quello che potevo dai professori, ma oggigiorno sarebbe riduttivo descrivermi come una professionista del farmaco e della salute. Potrei piuttosto definirmi una farmacista blogger. Amo quello che faccio. Ed ancor di più amo offrire delle soluzioni che migliorino la salute degli italiani ormai vittima di bieche mistificazioni anche in questo campo. Spero di riuscire a trasmettervi la mia smisurata passione per la galenica e per la preparazione di rimedi naturali. E-mail: viola.dante@email.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *