Ascoltiamo costantemente che una cattiva alimentazione, ricca di grassi e cibo spazzatura, fa aumentare il livello di colesterolo nel sangue e che ciò mette in serio pericolo la nostra salute.

Linda Main, nutrizionista e consulente presso Heart UK, ci spiega come essere più sani e felici, tenendo a bada il colesterolo.

Cos’è il colesterolo?

Si tratta di uno steroide che, presente a livelli sani, è indispensabile per il corretto funzionamento del nostro corpo. È infatti necessario per il rivestimento delle pareti esterne delle cellule e per la produzione di vitamina D e alcuni ormoni. La maggior parte del colesterolo è prodotta dal fegato, ma possiamo ottenerlo anche dal cibo ingerito in eccesso.

Il colesterolo è contenuto solo in cibi di provenienza animale, dal momento che non è presente in frutta, verdura e cereali.

Meno del 25% del nostro colesterolo proviene dal cibo consumato.

L’ipercolesterolemia (o colesterolo alto) può colpire chiunque, indipendentemente dal sesso, peso o età.

Un ruolo importante è svolto dalla storia familiare di ognuno di noi.

La maggior parte delle persone che hanno livelli elevati di colesterolo nel sangue non presentano sintomi evidenti. L’unico modo per scoprire se si soffre di ipercolesterolemia è quello di sottoporsi a un semplice esame del sangue. Per le persone di età compresa tra i 40 e i 74 anni, tale esame fa parte degli esami di routine.

In che modo l’ipercolesterolemia incide sul nostro corpo?

L’apparato circolatorio è formato dal cuore, dai vasi sanguigni e dal sangue. Il cuore è un muscolo che non smette mai di battere e che funziona come una pompa meccanica. Il sangue arriva al cuore attraversando tre piccole arterie coronarie che si ramificano in tanti vasi sanguigni per far sì che il cuore abbia il giusto apporto di ossigeno e sostanze nutritive, indispensabile per poter mantenersi sano e funzionare normalmente.

I problemi sorgono quando una delle arterie si restringe, a causa dell’accumulo graduale di grasso (chiamato placca o ateroma), portando a una malattia coronarica, l’aterosclerosi.

Alcune volte le arterie si restringono così tanto da ostacolare il passaggio di sangue ricco di ossigeno. È a questo punto che il soggetto può soffrire di un forte dolore al petto (cioè angina pectoris stabile o da sforzo).

Se si ingrandiscono, questi depositi di grasso possono scoppiare. Proprio come quando ti sbucci le ginocchia, sulla zona danneggiata compare prima una crosticina e poi resta una cicatrice. Col tempo, questo danno può causare il blocco parziale o totale dell’arteria, portando alla sindrome coronarica acuta (o angina instabile o infarto).

Un attacco cardiaco non colpisce all’improvviso; una persona può esserne colpita anche dopo 30 – 40 anni, ma il processo viene accelerato da livelli non sani di colesterolo e da altri fattori di rischio, come l’ipertensione, diabete, fumo.

Cosa fare per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue?

Puoi abbassare i livelli di colesterolo adottando uno stile di vita sano che comprende una dieta “amica del cuore” e una vita fisicamente attiva. Incoraggiare gli altri membri della famiglia a fare lo stesso servirà a proteggerli da future malattie cardiache.

Per contrastare gli effetti nocivi del colesterolo alto, occorre ridurre il consumo di grassi saturi preferendo alimenti ricchi di grassi insaturi, mangiare più cereali integrali e alimenti che contengono tante fibre, come frutta e verdura.

Cibi ad alto contenuto di grassi saturi sono i pasticci ripieni di carne, burro, panna, formaggi a pasta dura, torte e biscotti e prodotti che contengono olio di cocco o di palma. Prova a sostituire questi alimenti con pesce azzurro, noci e semi, avocado e altri prodotti ricchi di grassi insaturi.

La dieta ideale dovrebbe includere un mix di fonti di fibre, come pane integrale, cereali integrali, frutta e verdura, legumi, noci e semi. Una buona abitudine sarebbe consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

Se soffri di ipercolesterolemia, corri un maggior rischio di essere colpito da altre malattie – diabete, cancro, attacchi di cuore?

Si può verificare un restringimento dei vasi sanguigni in qualsiasi parte del corpo; ciò vuol dire che anche il flusso sanguigno soffre una riduzione e che, di conseguenza, nella parte del corpo colpita dal restringimento, l’arteria non viene raggiunta da una quantità sufficiente di ossigeno e sostanze nutritive.

Lo scarso afflusso di ossigeno e sostanze nutritive al cuore può provocare angina pectoris o un attacco cardiaco, il cervello può essere colpito da ictus, mentre arti superiori e inferiori possono andare incontro a dolore e difficoltà a camminare. Non bisogna dimenticare che uno scarso flusso sanguigno può danneggiare anche organi altrettanto importanti, come i reni.

Sorprendentemente, i livelli di colesterolo cattivo non sono determinati dalla quantità di grasso corporeo, bensì dalla zona del corpo in cui immagazzini tale quantità di grasso. Accumularlo intorno al girovita è particolarmente grave.

Gli scienziati fanno spesso riferimento alle persone dal corpo con forma di mela o di pera. È importante quindi sapere che essere a forma di mela aumenta il rischio di malattie cardiache e di altri disturbi, come il diabete di tipo 2. Il girovita ideale degli uomini dovrebbe misurare meno di 94 cm, mentre quello delle donne dovrebbe misurare meno di 80 cm. Un uomo con un girovita che supera i 102 cm e una donna con un girovita che misura più di 88 cm corrono un serio rischio di malattie cardiache. Per sapere se sei in buona salute, misura il girovita all’altezza dell’ombelico.

Un altro fattore di rischio di colesterolo alto è rappresentato dai geni. Anche se una persona non fuma, segue una dieta sana e non soffre di diabete o ipertensione, può aver ereditato da un genitore la tendenza ad avere il colesterolo alto.

Suggerimenti per mantenere bassi i livelli di colesterolo

Seguire una dieta sana ed equilibrata ed essere fisicamente attivi sono due punti fondamentali da prendere in considerazione, se hai bisogno di mantenere sano il livello di colesterolo nel sangue.

Inoltre:

> elimina gli alimenti con un elevato contenuto di grassi saturi: sostituiscili con cibi ricchi di grassi insaturi, fibre e omega- 3 (cerca di consumare una porzione di pesce azzurro almeno una volta a settimana);

> prediligi cereali integrali: pane e cereali integrali sono ricchi di fibre e alleati del cuore;

[Leggi anche] Colesterolo: 10 Alimenti Che Lo Abbassano

Trattamenti per il colesterolo alto

Se i tuoi livelli di colesterolo sono preoccupanti, parlane con un medico per sapere quali cambiamenti apportare alla tua dieta e al tuo stile di vita. Trascorso qualche mese, se i livelli di colesterolo non si saranno ridotti con tali cambiamenti, il medico potrebbe prescriverti un farmaco.

Esistono vari tipi di farmaci anti – colesterolo che agiscono in modo differente. Sarà il medico a prescriverti la medicina più adatta alle tue esigenze e, se ne hai bisogno, può consigliarti anche un farmaco per l’ipertensione.

L’ipercolesterolemia dura per tutta la vita?

La scelta migliore è gestire il colesterolo alto con una dieta sana o l’assunzione di un farmaco. Ma se interrompi il trattamento e ritorni alle cattive abitudini, ovviamente anche il colesterolo ritorna al livello pre – trattamento.

È importante, quindi, mantenere abitudini sane a lungo termine.

Autore | Anna Abategiovanni

© RIPRODUZIONE RISERVATA



loading...
Quanto letto merita di essere premiato o condiviso?

Nessun Commento Al Momento.

Lascia un Commento

Messaggio

..o Commenta con Facebook!

Libera La Tua Voglia Di Comunicare

Benvenuta su SALUTE E BENESSERE. Unisciti anche tu alla nostra Community. Scopri i tanti articoli, leggi i commenti lasciati dalle tue amiche e aggiungine uno tuo. Partecipa alla conversazione! Lascia un segno. Esprimi un giudizio.
Votaci sui social e facci conoscere alle tue amiche.

Viola Dante | Direttore creativo e Responsabile

2016 Salute e Benessere è un progetto di Viola Dante | Privacy Policy | Termini d'uso | Copyright Ufficiale | Seguici su Google+ | Redazione | Mappa del sito | Contatti


* Le informazioni diffuse da questo blog NON DEVONO MAI sostituire il rapporto medico-paziente. Chiedete sempre il parere del vostro medico prima di prendere scelte sulla base di quanto scritto in queste pagine (commenti compresi).